Cibi@mo:

it's time to

change.

Una innovativa piattaforma per  lotta

allo spreco alimentare.

Data di avvio del progetto:

Aprile 2018

Partner di progetto:

Fondazione Mosos

Lancio previsto

Maggio  2020

Lo spreco di cibo è un costo ambientale non più sostenibile, ha impatto economico e sociale duplice per via delle emissioni generate per la sua produzione prima e per il suo smaltimento poi. 

 

Secondo i dati diffusi dalla FAO, un terzo della produzione mondiale di cibo finisce nella spazzatura; ogni anno vengono buttati 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti; lo spreco di cibo ammonta a 680 miliardi di dollari nei paesi industrializzati e a 310 miliardi nei paesi in via di sviluppo; la cultura del cibo sprecato occupa 14 milioni di km2, se fosse un paese, sarebbe il terzo per grandezza, dietro la Russia e il Canada; nell’Unione Europea si producono 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari all’anno, ovvero circa 173 kg a persona; i rifiuti alimentari, oltre a rappresentare uno spreco di risorse, generano, nell’ambito del loro processo di trattamento e smaltimento, un inquinamento da anidride carbonica pari a circa l’8% delle emissioni totali di gas ad effetto serra prodotte dall’uomo; per ogni chilo di cibo prodotto vengono rilasciati 4,5 kg di CO2 nell’atmosfera.

Si sommi a questo il paradosso sociale della miseria in mezzo all’opulenza. Infatti porzioni sempre più ampie della popolazione versano in uno stato di povertà ed indigenza tali da impedire loro l’accesso persino ai beni di prima necessità e di sussistenza. Nella sola Italia il 10,4% delle famiglie vive in condizioni di povertà relativa, mentre la povertà assoluta - che non consente di accedere ad alcuni fabbisogni essenziali – coinvolge il 6,1% delle famiglie: 4,6 milioni di italiani sono indigenti.

Nasce così Cibi@mo, una WEB e Mobile App che consenta di ridurre lo spreco alimentare attraverso l’implementazione di una piattaforma di matchmaking, capace di creare le condizioni ideali per cui l’offerta, legata all’eccesso di cibo in scadenza o non più idoneo alla vendita e quindi destinato ad entrare nel ciclo dei rifiuti, possa incontrare la domanda di cibo da parte di associazioni e altri soggetti impegnati nel contrasto alla povertà e nella distribuzione di derrate alimentari per le fasce più deboli della popolazione.

 

Inoltre, conclusa con successo l’operazione di ritiro e distribuzione delle derrate alimentari il sistema emette un certificato rappresentante il risparmio ottenuto in termini di emissioni di CO2, utile ad abbattere le emissioni delle aziende partner dell’iniziativa o collocabile sul mercato per l’azzeramento delle emissioni di aziende esterne al progetto che scelgano acquistare i certificati come azione a supporto del proprio programma di CSR.


Otterremo così una decisa riduzione della nostra impronta ambientale.

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.