Consapevolezza è libertà
Redazione
Redazione
19 Settembre 2022
Tempo di lettura: 2 minuti

Vivere con consapevolezza è una libera scelta individuale, l’uso intenzionale della stessa può essere essenziale per consentire alla nostra mente di vivere al meglio le sue potenzialità.

La possibilità di vivere consapevolmente nasce perché abbiamo la possibilità, entro un certo perimetro, di regolare il funzionamento e le attività della nostra mente, quindi la Consapevolezza è un atto di volontà. Possiamo scegliere o meno di pensare quanto serve per raggiungere i nostri obiettivi, tra cui, innanzitutto il nostro benessere. La capacità di pensare o meno, di essere consapevoli o meno, di affrontare la realtà o meno, dipende esclusivamente dalla nostra volontà.

Siamo liberi di essere attenti, di pensare, di sforzarci di guardare con chiarezza e di esaminare i fatti. Così come di non farlo. Passivamente o deliberatamente.

È evidente un’impermanenza diffusa e, se è vero che nulla è stabile, è altrettanto vero che niente si produce per caso. Ogni avvenimento deriva da una rigorosa causalità, anche volontà e desiderio, pertanto, dipendono dalla sommatoria del nostro progresso.

Quello che ci salva è la consapevolezza. 

La capacità di rendersi conto delle azioni (ed omissioni) del quotidiano.

Più ci stimoliamo alla consapevolezza in ogni nostro agire, più siamo in grado creare condizioni future più favorevoli. 

È la possibilità di scegliere. Dal reagire all’agire.

Ci sono le condizioni esterne, vero. Ma c’è anche la Libertà.

Diceva Turing (non proprio uno qualunque) che, a volte, proprio le persone che nessuno immagina possano fare certe cose sono esattamente quelle che fanno le cose che nessuno può immaginare.

Un sorriso, Nicola

#onelove #progettibelli #personespeciali

#kitzanosway #oneway

Immagine di Freepik