• Nicola Pirina

A rainbow of thoughts. Really short.


Cagliari, 25 maggio 2020


A rainbow of thoughts. Really short.


  1. Da un lato abbiamo milioni di metri cubi di cemento che hanno ricoperto interi giacimenti archeologici, da un altro lato abbiamo milioni di metri cubi di cemento che hanno coperto gli alvei dei fiumi, dall’altro lato abbiamo le soprintendenze competenti che quando cerchi di fare qualcosa nei centri storici delle città o dei paesi ti blocca anche il respiro dopo averti castrato le idee.

  2. Così come c'è gente menefreghista nella cura dei beni comuni (ad esempio in molti buttano per terra o lasciano escrementi come se non fosse casa loro), così in casa c'è sempre qualcuno che cura l'indifferenza e l'incuria degli abitanti, così nei rapporti umani e negli affetti … tanto qualcuno se ne occuperà e se ne curerà ... almeno nei pensieri di chi omette la propria parte.

  3. Un tempo si distillavano dai dati le informazioni, dalle informazioni la conoscenza e dalla conoscenza la saggezza. Oggi i dati sono immensi flussi ingestibili umanamente. Perdiamo conoscenza e saggezza?

  4. Oggi tutta l'economia può essere vista come un meccanismo per raccogliere dati sui bisogni e sulle capacità delle persone per trasformarle in prodotti, servizi e decisioni?

  5. Se non si governa (etica, trasparenza nella raccolta ed elaborazione, open data, etc.) il ciclo di elaborazione dati è a rischio la democrazia stessa? Intendo almeno quel poco che è rimasto … chiedo perchè le scelte che riguardano il web non sono assunte per il tramite di processi politici democratici né politici … il web è uno spazio libero e (praticamente) privo di leggi che ignora i confini, erode sovranità e praticamente, seppellendo la privacy, pone seri problemi di sicurezza mondiale … i bradipi governativi hanno l’artrite, fanno davvero fatica a tenere il passo del giaguaro …

  6. Se è vero come può essere vero che nei prossimi decenni arrivino altre rivoluzioni pari a quella del web ci saranno altrettante rivoluzioni sociali ed economiche, sperando di esserci rialzati dopo questa ennesima mazzata in fronte … molti di noi, almeno trai miei coetanei, hanno già visto azzerati i loro primi 20 anni di carriera … non è poco …

  7. La tradizionale politica democratica, anche perché il potere non è più nelle mani degli elettori, ha già perso il controllo degli eventi ed ha fallito nell’indicare una visione del futuro, perché non l’ha, questo però non elimina l’indispensabilità di una democrazia progressista il cui perno sia l’eguaglianza sociale, la salute e l’ambiente, almeno.

  8. Mescolare tecnologia e politica megalomane genererà mostri peggiori di quelli che stiamo già vivendo, frutto di ignoranza ed inattività … non c’è sempre tempo per tutto, non si possono continuare a bruciare le generazioni, non si può continuare a sostenere che non ci sia bisogno di comprendere il mondo e le persone che invece vorrebbero abitarlo e popolarlo, l’homo sapiens non è un algoritmo obsoleto.

  9. La rivoluzione umanista trecento anni fa predicò ideali nuovi, poi, salvo poche voci (Gandhi, Martin Luter King, etc), non sono più stati né concepiti né declinati nuovi valori, se continuiamo a lasciar spazio alla disintegrazione della cultura messa in atto agli inizi degli anni ‘90 del secolo scorso e perpetrati abilmente fino ad oggi non possiamo sperare in nulla di meglio di quello che ingurgitiamo tutti i santi giorni.


That’s all folks. Ready to debate.

Un sorriso, Nicola


ps -> ma essendo tali e tanto gravi i problemi su scuola e università, nasceranno nuovi, concreti e solidi movimenti di protesta?


0 visualizzazioni

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.