• Nicola Pirina

Alle volte bisogna rischiare.

Cagliari, 14 dicembre 2020

E’ il modo in cui lavora sulle idee al principio che le trasforma in iniziative uniche, in aziende indipendenti e forti. Non dobbiamo ancora inseguire miti nati aliunde, immaginando di eseguire meri programmi di accelerazione, né puntare su coorti immense come fanno gli incubatori o i coworking, alla ricerca di chissà chi e sulle spalle sempre delle stesse categorie.

La salsa segreta è il proprio modello operativo, umano, simbiotico e partecipato, che non usi linguaggi vaghi o ammiccanti, servono solo a complicare il pane. L'obiettivo è quello di sostenere continuamente le iniziative fino a quando non saranno aziende in piena regola, autonome e, si spera, di successo.

Sviluppare grandi idee, generare e/o personalizzare tecnologia, trovare finanza, validare il modello, fare analisi, sfornare MVP e convalidarlo nel mondo reale, trovare il team adatto ... non è un gioco per tutti.

Esattamente come il creare indipendenza.

Serve una grande squadra. Un team fortissimo.

Serve che si generi uno stabile meccanismo di fiducia reciproca.

E non si deve aspettare l’aiuto scenda dall’alto né la grazia ricevuta, da nessuno.

Padre Eterno escluso.

Servono iperluoghi non convenzionali di pensiero prima e di azione poi.

Per gli imprenditori che dicono di avere un’idea ma d’essere impossibilitati ad avviarla da soli, per quelli che dicono di avere sia l’idea che l’MVP ma sono senza competenze specifiche, per gli avventurosi che dicono di avere idea, team, strategia per andare sul mercato, di avere risposte operative ma di essere carenti sulla creazione del prodotto, con le vendite e con la crescita. Per gli imprenditori che dicono ho un'idea ma ho bisogno di aiuto per costruire il prodotto, le vendite, il marketing e gli obiettivi di crescita.

Qualunque sia il caso, bisogna essere lì, in trincea, con chi mette in gioco la propria idea, le proprie forze, la propria vita, per un sogno.


Milioni di persone hanno perso la vita, altrettanti il lavoro.

Molti sono tornati a casa e lì sono rimasti.

Intere categorie abbandonate a se stesse, a partire dai giovani, la miglior energia di qualunque territorio. Università e superiori in prima fila.

Le persone mancano alle persone.

Hanno spento il mondo culturale.

Mancando i controlli e, nella più ampia vacatio di managerialità mai vissuta, missing in action il senso di assunzione di responsabilità.

Il 2020 sta continuando a dare al mondo la possibilità di cambiare il modo in cui vive e funziona. Anche il grande Google oggi è andato in down.

Abbiamo già intravisto come probabilmente sarà il 2021, almeno fino a luglio, non troppo dissimile dall’Annus horribilis in corso.

In pochi riflettono sul mondo post-pandemico da costruire, ancora meno modificano il proprio pensare ed agire su questa terra.

Sono d’accordo poi con alcuni osservatori, non è solo una questione di vaccino, a meno che non sia per tutti, nessuno escluso e subito, a meno che non tengano fuori le speculazioni almeno da qui, sempre che i trattamenti e la prevenzione reggano.

E’ possibile che la lista dei desideri del prossimo anno si concentrerà su prodotti e servizi che ci facciano sentire più sicuri. Sotto ogni punto di vista.

Sono già evidenti le condizioni che a breve ci esporranno ad una recessione profonda e più fondamentale.

Cerchiamo un senso di fiducia.

Proviamo a dare un senso di contributo per questa causa più grande di noi.

Il mondo in 15 minuti.

E’ un’idea, forse non la principale, ma è un battito nella direzione giusta.

Si prova cioè a spostare l’attenzione dei più verso i paradisi climatici, in modo che anche altri territori si attivino a migliorare le proprie condizioni a favore dei propri concittadini.

I millennial stanno per entrare negli anni di punta della loro carriera, provano a scalare in azienda ed a sostituire i baby boomer che vanno in pensione, la loro capacità di guadagno aumenterà. I boomer non solo si stanno ritirando, stanno ahinoi anche morendo, quindi ci saranno flussi ereditari verso le generazioni più giovani. La tecnologia è sempre più al centro della vita quotidiana dei millennial. Una generazione cresciuta con gli smartphone ha la stessa probabilità di fidarsi di un'app che di un broker benestante, dicono i più attenti.

Le generazioni più giovani venderanno azioni di aziende insostenibili dal punto di vista ambientale e sociale.

Gli investitori saranno costretti ad inseguire quel denaro.

Fusioni, acquisizioni, partnership fintech e un afflusso nel mercato di talenti orientati alla tecnologia.

Ci immergeremo ancora più in profondità nei mondi virtuali.

Il 2021 consacrerà molti mondi digitali come sostituti praticabili di diverse socialità, forse in maniera irreversibile.


Unite i due lati del ragionamento proposto.

La grande recessione dello scorso decennio ha innescato un'ondata di imprenditorialità, poiché l'elevata disoccupazione ha incoraggiato gli aspiranti imprenditori a perseguire la loro grande idea piuttosto che fare affidamento su un mercato del lavoro turbolento.

Il passaggio da dipendente a imprenditore è già iniziato.

Le piccole imprese rimangono piccole solo perché i fondatori hanno limitato in qualche modo l'ambito dell'attività. Per crescere non devono esserci limitazioni al business.

È la struttura del business, non tanto la natura del business, che determina se un'azienda può espandersi in maniera rilevante. È un'equazione complicata ma non complessa.


Siamo qui pronti per fare la nostra parte in questo grande scenario.

Presto finirà quest’anno, non facciamoci travolgere anche dagli altri eventi.

E' ora di rischiare, è ora di mettersi in gioco e di iniziare le partite rilevanti.


As usual, ready to debate.

Un sorriso, Nicola


52 visualizzazioni0 commenti

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.