• Nicola Pirina

Flash post. Ovunque può accadere. Su ogni tema.

Cagliari, 16 novembre 2020.


Chiunque come Yunus. Oggi.



“Il mio contatto iniziale con la povertà non fu questione di impegno politico, di ricerca sul campo o di studio. Semplicemente la povertà mi circondava completamente e non avevo modo di far finta di non vederla.”

Così, semplicemente. Il Professor Yunus. Muhammad Yunus.


Facciamo un salto nel passato.


Si laurea e nel 1972 finisce il suo Ph.D. negli States.

Torna in Bangladesh e per nostra fortuna si mette a fare il professore.

Nel 1974 una terribile carestia colpì il suo paese.

Prende la decisione che gli cambia la vita (e quella di molti, in meglio), coi suoi studenti frequenta il villaggio di Jobra, non lontano dalla loro Università.

Diventerà Jobra la sede universitaria atipica ed i docenti saranno i suoi abitanti.


Galeotti furono gli sgabelli in bambù che artigianalmente faceva una della paesane, Sufia. Funzionali ed eleganti ma non le consentivano di far uscire la sua famiglia dalla povertà.

Gli strozzini locali le prestavano il danaro che le serviva per acquistare la materia prima, stabilendo però a monte il prezzo cui loro stessi prendevano tutta la produzione, nonché gli interessi.

[già, gli infami sono ovunque].


Ma la soluzione, nel villaggio, stava in 27 dollari. Per 42 persone.

Solo 27 dollari avrebbero sdoganato la situazione di 42 vittime dell’usura locale.

Li diede di tasca propria per dimostrare il modello.

Fu quello l’inizio di tutto.


Non riuscendo a convincere le banche locali che davano per non solvibili gli abitanti del villaggio, mise lui le garanzie.

Negli anni a venire i poveri restituivano le somme prestate, sempre ed alle scadenze pattuite.

Nel 1977, con un’intelligente banca locale, aprono a Jobra uno sportello per continuare l’esperimento del prestito ai poveri.

Le altre banche non cambiarono idea.


Nel 1983 fonda lui stesso una banca esclusivamente per i clienti poveri, che prestava soldi in assenza di garanzie reali, a clienti sconosciuti, senza istruire pratiche legali.

Nasce così il primo nucleo del microcredito moderno.


Nel 2006 Nobel per la Pace per aver fondato la Banca di villaggio.

Tutti possiamo essere Yunus.

Anche senza essere professori.


Oggi viviamo una pandemia che ci cambierà per sempre.

In giro per il mondo ci sono tanti Muhammad. Anche in Sardegna.

Giacimenti di idee ed energie per svilupparli che richiedono solo di essere sostenuti.

Per risolvere problemi reali spesso sistemici.


Scateniamo quelle condizioni relazionali e auguriamoci quel pizzico di fortuna che ci consenta di realizzare altri cambiamenti epocali a favore delle persone e dei territori che loro amano come noi.


Ready to debate, as usual.

Un sorriso, Nicola




67 visualizzazioni

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.