• Kitzanos

Innovazione e industrie: dov’è il cortocircuito?

27 ottobre 2017, Orosei _ Intervento MeetForum.


Il turismo, come le altre industrie, soffre un debito d’innovazione importante.

Prima di analizzare le carenze macro (per arrivare alle micro ci vorrebbero giorni, quindi non le esamineremo), servono considerazioni di sistema.


Il corpus normativo che attanaglia qualunque imprenditore non è cambiato e non sono rinvenibili seri procedimenti parlamentari che diano indicazioni differenti.

Il riferimento, vorrei fosse chiaro, è quanto meno alle legislazioni giuslavoristica, fiscale e tributaria che rendono difficilissima la vita alle imprese, ogni imprenditore ha infatti un socio occulto che tutti gli anni assorbe quasi il 70% della produzione aziendale.

Questa non è certamente una critica allo stato sociale, indispensabile baluardo di ogni democrazia che non voglia involvere.

Laddove poi si voglia andare ad analizzare le varie finezze dei legislatori regionali ci si renderebbe conto di quanto da soli i territori si siano negli anni fatti male.


Altro tema preliminare è il concetto stesso d’industria del turismo, ad oggi men che una fenomenologia studiata poco e male. Una cosa è certa: non è un’industria.

Da un lato infatti, come per molti altri aspetti, ogni qualvolta gli attori istituzionali sono voluti entrare in gioco con azioni politiche specifiche hanno fatto danni; dall’altro, un sistema paese che fa fatica a sentirsi nazione non ha permesso che la classe imprenditoriale turistica crescesse e diventasse comparto maturo coeso e con strategie plausibili e sostenibili.


Ma perché, anziché interventi maldestri, la dirigenza politica non pensa alle precondizioni ambientali indispensabili?

Gestione strade, acqua, pulizia, potabilizzatori, depuratori, qualità dell’aria e dell’acqua, trasporto pubblico, intelligenza e tecnologia nella cartellonistica e via discorrendo. Tanto per iniziare. O vogliamo credere che non servano, che non contino, che non impattino sui territori e quindi sui turismi?

Aeroporti, navi, trasporti interni ed ancora oltre, peggio che andar di notte a fari spenti.

Per non parlare poi della connettività dei territori e, viceversa, della capacità degli stessi nel rendersi reperibili tramite web.

E, dulcis in fundo, l’incapacità di vendere il territorio, le esperienze, le emozioni.


Veniamo alle cose macro.


Manca (tanto per iniziare): imprenditorialità, managerialità, di capacità di portare ragionamenti di scenario, capacità di fare rete, intuito di filiera, professionalità e serietà da parte dei lavoratori, politiche di prezzo, chiara visione sistemica, programmazione di medio lungo periodo.


Si trascura: internet ed i fenomeni del web, il popolo non aspetta, la fenomenologia della ricettività ricettività extra alberghiera e l’offerta di servizi complementari ne sono un esempio lampante.


Si continua a mettere la testa sotto la sabbia per il nero e seconde case, si continua ad utilizzare i discount anziché produzioni reali e fresche.


Focus Sardegna (valido per molte altre realtà in giro per il mondo).

Ma perché non è mai stata creata una borsa merci che colleghi l’industria primaria all’offerta turistica?

Ma perché ci da così tanto fastidio l’idea di essere produttori, albergatori, ristoratori, addetti degli stessi, curatori del paesaggio, conoscitori della storia e della terra?

Ma perché in Trentino è valido usare la montagna d’estate e d’inverno e per noi col mare no?

Ma perché non si è mai puntato all’industria dello sport, della cultura e dell’innovazione stessa?

Quale altro posto al mondo è meglio della Sardegna per 12 mesi all’anno?

Mai abbiamo puntato su diving, mai sulla vela, mai sulla miriade di sport che tutto l’anno possono essere praticati nella terra del vento circondata dal mare.

Mai sport estremi, mai free climbing, mai trekking e così via

Mai industria della moda e del design.

Mai abbiamo orientato l’artigianato ad un’utilità industriale per il turismo e ci siamo sempre e solo limitati ai soliti tappeti, cestini, ceramiche e così via.

A cascata, infatti, tutti dovrebbero innovare nel prodotto e nei processi, altrimenti le cose non cambiano in meglio per nessuno.


E poi, abbiamo mai avuto un sistema di raccolta dati ed elaborazione che fosse tempestivo, corretto e moderno?

Una delle più promettenti materie prime al mondo sono proprio i dati, big data, chissà quante volte l’avete sentito nominare...

Ebbene, dove sono gli sforzi per la raccolta e l’utilizzo innovativo? Dov’è lo slancio per l’intelligenza artificiale in questo caso? Sentite forse parlare di algoritmi genetici per questo? Sentite forse parlare di learning machine a sostegno dell’industria del turismo?

Altro grande capitolo è la formazione ma penso di avervi già annoiato abbastanza.


E così via. Potrei realmente proseguire ed argomentare con altri dati certi osservazioni ancor più severe.

Io direi che è una perdita di tempo continuare solo a parlare di innovazione, di industria 4.0 e di altre amenità del genere.

Direi che è ora di rimboccarsi le maniche, di ideare politiche serie, di fare gli imprenditori in maniera adulta ed evoluta, di fare i produttori d’alta qualità in maniera costante e di mercato.

Direi che è tempo d’eliminare i lampanti colli di bottiglia che chiudono speranze allo sviluppo di un comparto che deve ancora esprimersi in maniera industriale.

Che sia chiaro, per me il fatto che ci sono tutti questi problemi è il miglior indicatore di quanto potenziale produttivo inespresso abbiamo, quindi c’è tanto lavoro di qualità da fare per chi ha la capacità di vederlo ed il saper fare necessario per scaricarlo a terra.

Poi magari anche le banche si sveglieranno e riprenderanno a sostenere gli imprenditori.


Avanti sempre, con grinta,

Vostro affezionatissimo,

Nicola

0 visualizzazioni

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.