• Nicola Pirina

La cambio io la vita che non ce la fa a cambiare me.

Cagliari, 18 maggio 2020

La cambio io la vita che non ce la fa a cambiare me.

5 pensamentus, 1 considerazione, 3 post scriptum (prima o poi troverò il mio equilibrio linguistico … oltre gli altri):

  1. La finanza è l’arma delle armi per eccellenza: Argentina, Irlanda, Grecia … Italia, Portogallo, Spagna … ma non è immutabile, le armi sono armi, servono per la guerra, anche se non tutte le guerre si manifestano alla stessa maniera … si spreca letteratura, inchieste, gruppi anarchici, film, indagini, documentari, telegiornali … ma niente, alla fine il denaro ed il potere sopra il denaro, il potere d’essere al di sopra di tutto e di tutti determina in mano a pochi il destino del mondo … ma la bara non ha tasche ed il più ricco del cimitero non è mai divertito molto, così come l’imperatore del deserto ...

  2. L’affaire Alitalia è costato alla comunità poco meno di 10 miliardi di euro, non metto in fila gli altri salvataggi e/o aiuti di stato più o meno mascherati che sono andati a coprire le vergogne del paese … 90 giorni di lockdown hanno prodotto tre decreti (e relative pletore a corredo) che valgono come tre finanziarie … pur essendo consapevole che c’è differenza tra decretato e stanziato, perchè conosco il significato del termine coperture ed effetto leva, c’è distanza tra il decretato e le circolari attuative … etc etc … quindi dicevo un mare di soldi immenso … ma qualcuno è consapevole che si poteva fare altrimenti per rivoluzionare e risanare il paese rivoltandolo da cima a fondo?

  3. Ponte Morandi: se è vero che il tutto (decreto, tempistiche, costi, esecuzione, etc) ha funzionato (praticamente un unicum nella storia del paese) posta l’urgenza, allora è vero che la disponibilità del quantum economico, la gelata sulle procedure e la cogenza dei risultati rappresentano un precedente serio. Qualcuno si è accorto che la pandemia equivale a peggio della tragedia del Ponte Morandi in ciascuno degli oltre ottomila comuni d’Italia?

  4. Spending review  … chi l’ha vista (se non errando in sanità e nell'istruzione)? Il punto più breve ed autoevidente dei ragionamenti: si può fare la revisione della spesa? Si. E’ stata fatta? No. E’ ancora necessaria, utile ed urgente? Si. Punto.

  5. E’ possibile far volgere le brutture della nostra epoca a beneficio di nuovi obiettivi anche più sfidanti e sostenibili, serve un patto intergenerazionale vero (mai stato uno a mia memoria) affinché gli anziani si prendano cura dei più giovani e i più giovani degli anziani, vedo una società smaterializzata che ci consente di svolgere le fatiche quotidiane senza muoverci, urge spingere ancora di più e meglio (di quanto abbia fatto il covid19) la digitalizzazione, la semplificazione della burocrazia, la disintermediazione digitale, vanno bandite le forme di anomia sociale a favore di più autentiche nuove e fisiche socialità ... vedo medicina personalizzata e preventiva con un complessivo nuovo approccio alla sanità in cui la potenza dei big data sia messa al servizio, bisogna blindare le infrastrutture informatiche e telematiche, va accompagnato con una standing ovation il processo di reshoring per le industrie chiave (dalla produzione alla distribuzione).

Considerazione.

Dobbiamo fondare un ordine internazionale basato sul nascente umanesimo tecnologico per evitare di rimanere, nonostante l’ennesima occasione, nel pernicioso e sgradito neo-feudalesimo attuale.

Le organizzazioni di global governance interferiscono con autorità sui governi nazionali, spesso sostituendosi al governo della res publica (government) con modelli di gestione e regolamentazione di estrazione aziendale, caratterizzati da processi decisionali privi di legittimità democratica.

Finché permarranno vuoti legislativi (o eccesso di normativa, è il suo perfetto duale) rimarranno ampi spazi per costringerci in sudditanza, urge pertanto elaborazione di strumenti che portino all’assunzione di responsabilità (la grande assente nella storia del paese, nessuno risponde mai per nulla tranne i poveracci) da parte di quei soggetti che ad oggi sono intoccabili.

Altrimenti la finanza che tutto governa, essendo al di sopra di tutto e di tutti, continuerà a massacrarci senza alcuna pietà.

Come ha fatto fino ad oggi.

Only my two cents. Ready to debate.

Vostro affezionatissimo, Nicola

ps -> scenari estremi richiedono soluzioni estreme, innovative, radicali … certamente l’ho già detto, ma repetita iuvant, i saggi dicono che la tecnica della goccia cinese premia ;-)

ps 2 -> che fine hanno fatto gli intelligentoni di Aspen, Davos e Bilderberg?

ps 3 -> va bene rallentare nel senso di cambiare (c’è anche chi ha deciso di camminare al passo che gli pare) ma non di fare i pensionati anzitempo con un presunto reddito di nullafacenza … ci sarà tempo quando sarò anziano, se lo diventerò ...


0 visualizzazioni

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.