• Kitzanos

Una strada ancora lunga!


“I fatti sono nemici della verità.”  “L'onestà è la miglior politica.” Miguel de Cervantes

Ancora una volta, guardando ai numeri della nostra povera Italia, il famoso circo dell’innovazione non riesce a generare valore per la nostra terra.  


Gli investimenti nel settore dell'innovazione sono ai minimi storici. I venture capital hanno investito 200 milioni di euro all’anno, non riuscendo comunque a investire tutta la loro dotazione, ma nonostante ciò chiedono sempre l’aiuto dei fondi pubblici, insistono sul fatto che il pubblico deve investire su di loro (ed ovviamente, ci chiediamo perchè). Se ci confrontiamo con i nostri vicini è una sfida persa, in Francia ne investono 20 volte tanto, in Gran Bretagna 40 volte tanto e in Spagna 5 volte tanto. Se contestualizziamo l’intero ecosistema Europeo rispetto al resto del mondo cambiamo poco, abbiamo investito poco più 16 miliardi di dollari rispetto ai 40 della Cina e agli 84 degli Stati Uniti.


Ma siamo sicuri che sia un problema di numeri o di soldi?

Continuiamo a fare questo semplice esercizio di confronto, gli investimenti in R&D impattano sul Pil per il 1,34%, una percentuale pari alla metà della Germania e quasi un terzo della Svezia. Prendiamo come esempio l'intelligenza artificiale, si sono investiti nel mondo 18 miliardi di dollari, con la una prospettiva di impatto sul mercato tra i 14 e i 33 triliardi di dollari entro il 2025, è evidente come questa tecnologia entrerà a far parte delle nostra vita prepotentemente. L’AI andrà a cambiare radicalmente le routing delle nostre imprese. Infatti, si stima un aumento della produttività del 12% grazie all’uso di questa tecnologia, ma come in precedenza siamo sempre in ritardo rispetto agli altri paesi, dove l'impatto sul ciclo produttivo arriva a un efficientamento intorno al 40%.


Ormai è evidente come il problema sia qualcosa di più strutturale e non di intensità di capitale investito. L'ennesima conferma ci arriva del World Economic Forum, guardando l’indice della competitività della nazione ci rendiamo conto che siamo solo al 43 posto seguiti dal Bahrain al 44 posto e dalla Mauritius al 45 posto. Ormai ci hanno superato nazioni come il Cile al numero 33, Estonia al 29, Malesia al 23 e Israele al 16. E se guardiamo l’indice relativo dell’innovazione non siamo messi meglio, siamo solo al numero 34 superati dall'Azerbaigian, Islanda, Nuova Zelanda e Malesia.


Siamo tutti alla ricerca della Silicon Valley fuori dai suoi confini, pronti a inseguire un sogno ispirato dai Tech Giant e della loro crescita a 3 cifre percentuali, come Google, Amazon, Apple, Air B&B, Uber e così via.


Stiamo rischiando di finire come il povero Don Chisciotte.


Non ci dobbiamo perdere in questo sogno.

Attenzione.

Noi non siamo Americani, la nostra cultura imprenditoriale è radicalmente differente, la nostra propensione al rischio e inversamente proporzionale alla loro, noi non viviamo cicli produttivi fatti di fallimenti e rinascite, ma nonostante tutto chi non anticipa il futuro viene comunque superato.

Non possiamo continuare ad arrancare per paura di innovare.

Dobbiamo trovare le idee per dare un senso ai nostri investimenti.

Dobbiamo dare una risposta a questo problema culturale, generazionale, manageriale e istituzionale.


Dobbiamo costruirci il nostro percorso d’innovazione.

Basta provare a replicare, copiare e provare a vivere le realtà altrui, è giunto il momento di crescere come nazione e come sistema nazionale in un rinnovato contesto europeo.

Le istituzioni innoveranno solo quando sarà troppo tardi, questo cambiamento culturale deve arrivare dal basso, troviamo il modo per dare valore alle idee e al capitale umano delle nostra antiche accademie.


Basta brevettare qualsiasi colpo di genio, diffondiamo la conoscenza tra tutti, tuteliamo le nostre idee costruendo brand attorno a loro.

Forza e avanti, la strada non è  lunga e dura come sembra ma tutti possiamo (dobbiamo) essere una sorgente di cambiamento. Noi stiamo facendo la nostra parte, e voi?

#avantituttasempre

#cambiaresipuò


Sitografia

  • PWC - “L’impatto economico del Private Equity e del Venture Capital in Italia”, 2017

  • World Economic Forum - The Global Competitiveness Report 2017–2018

  • Invest Europe - Central and Eastern Europe Private Equity Statistics 2016

  • Casaleggio e Associati - Lo stato del Private Equity in Italia. Criticità, sviluppi e impatto digitale

  • PitechBook - European Venture Report 2017 Annual

  • KPMG - 2017 U.S. Venture Capital Report/2017 China Venture Capital Report

3 visualizzazioni

Kitzanos Soc. Coop. 

Piazza Martiri, 12

09124 Cagliari

__________________________________

Mail: info@kitzanos.com

Phone: +39  

___________________________

 

P.IVA: 03748590928

Capitale sociale: € 3.000 i.v.

Link utili

Downloads

> Press Kit

Seguici sui social

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle

All rights reserved©2019 Kitzanos Soc. Coop.